Laura Orsolini

lauraorsolini04

Abbiamo chiesto a Laura Orsolini, autrice della Guida di Bangkok per creativi, qual è stato il suo rapporto con la città negli anni in cui l’ha vissuta e come questa esperienza ha influito sul suo lavoro.

Quali sono le cose che ti hanno più colpita della vita e dell’atmosfera di Bangkok durante i tre anni che hai vissuto lì ?

Sicuramente la mescolanza indistricabile fra antico e moderno. Ad ogni giro in città, sotto i miei occhi si alternavano Ipad ultimo modello e case degli spiriti, cibo di strada e grattacieli, Skytrain e amuleti. Per una appassionata di fantascienza come me è stato un po’ come vivere sul set di Blade Runner… Mi ha affascinato moltissimo anche la varietà di razze e culture che riempie la città: la presenza di comunità di indiani, cinesi, birmani, nepalesi e ancora coreani e giapponesi, mi ha dato la possibilità, se non di conoscere bene, almeno di “annusare” tante diverse sfumature dell’Asia. Bangkok ha rimescolato tutti i segni e gli schemi che portavo con me, rivitalizzandoli.

erawaneshrine_cw04

Hai un luogo del cuore?

Il distretto di Chinatown con la sua densità incredibile di gente, cibo e merci. Passeggiare fra i suoi negozi tradizionali ed i suoi mercati è stato durante questi anni un modo speciale per ricaricarsi di ispirazioni,  e anche di materiali per realizzarle!  Tornavo dai miei giri nel quartiere esausta e felice, carica di carte, stoffe, thé o perline ed impaziente di rimettermi al lavoro.  Ci ho trascinato, a dispetto del caldo e del traffico caotico, tutti gli amici che sono venuti a farmi visita durante questi anni. E Chinatown non mi ha mai deluso, riuscendo per motivi diversi ad affascinarli tutti.

P1010609

Quali sono i fattori che rendono Bangkok così speciale per chi si occupa di design o artigianato?

Diversi motivi direi, alcuni legati alla tradizione altri alla contemporaneità.                         Da un lato la possibilità di esplorare un ricco patrimonio di arte ad artigianato locali (tessili, manufatti in fibra naturale, lacche, ceramiche), spesso contaminato da influenze di altri paesi asiatici. Una bella fonte di ispirazione a cui attingono ovviamente anche i talenti locali. Dall’altro l’interesse per il design contemporaneo che è molto forte in Tailandia: il lavoro dei giovani designer è promosso e sostenuto e la loro produzione si trova esposta (e in vendita) nei malls e nei mercati della città. Non ultimo fra i motivi di interesse è la possibilità di procurarsi una grande varietà di materie prime da trasformare, a costi molto convenienti.

P1010473

Ci sono delle immagini o delle sensazioni della tua vita in Asia che vorresti mettere (o metterai comunque) nelle tue illustrazioni?

La prima immagine di Bangkok che mi sono formata, poche settimane dopo il mio arrivo, è stata quella di un enorme mosaico in cui i dettagli contano più che la visione d’insieme. Durante gli anni passati ad esplorarla questa impressione si è confermata. E nei brevi viaggi per altre capitali asiatiche, mi è sembrata plausibilmente estensibile ad altre parti dell’Asia.  Mi piacerebbe realizzare un diario di viaggio per immagini, una sorta di portolano, capace di tradurre questa sensazione. Un ottimo motivo per tornare da quella parte del mondo e proseguirne la scoperta.

 

One thought on “Laura Orsolini

Comments are closed.